CENA DI GALA E MOSTRA “L’ARTE DEL TEMPO”

Il 13 Dicembre nella meravigliosa cornice del Castello di Levizzano si terrà la cena di gala a favore della ristrutturazione della casa residenza di Vignola e l’acquisto di letti attrezzati.
In quella occasione verranno donate 23 opere provenienti dalla scuola di Claudia Bianchi coinvolgendo altrettanti artisti che con passione hanno preso parte al progetto. Insieme a loro lo Zonta Club intenational donerà € 1.000,00 proprio a favore dell’iniziativa.

La serata, sarà così strutturata:

Vernissage della mostra “L’arte del tempo” con aperitivo nelle cantine del Castello e ricco buffet di benvenuto
Menu ricco e di qualità servito nelle sale del castello in stile rinascimentale.
Asta di beneficenza “Adotta un’opera” dove le opere donate saranno simbolicamente adottate.

Per la cena è necessaria la PRENOTAZIONE                                                                                                                           Contributo di €60 (opzionabile: chi vuole può certamente donare di più).
INFO
T 334 7197 537                                                                                                                                                                         info@aspvignola.mo.it

flayer descrittivo dell’inizativa

MERCOLEDI’ 8/10, ULTIMA INIZIATIVA DEL PROGETTO “PRANZIAMO INSIEME”

L’otto ottobre, presso gli spazi dell’ostello adiacente al Museo della Castagna e del Borlengo di Zocca,  concessi per l’occasione in uso dalla Presidenza del Parco Emilia Centrale, si è svolta l’ultima iniziativa del progetto gestito dal SAD (servizio assistenza domiciliare) dell’ASP “Giorgio Gasparini” di Vignola, denominato “Pranziamo Insieme”. 44 sono stati i partecipanti, tra utenti SAD, utenti della Comunità alloggio di Guiglia, operatori dei servizi e volontari. Nell’occasione, il pranzo con degustazioni di antichi sapori, è stato realizzato dai volontari del gruppo “La Slucadòra”; a tutti un sentito ringraziamento.

Il SAD, per favorire esperienze di socializzazione e permettere la conoscenza di altre persone, attività e servizi, negli 2 ultimi anni ha organizzato iniziative aggiuntive all’ordinario intervento al domicilio dell’utente. “Pranziamo insieme”, è un momento d’incontro conviviale che si realizza, con due appuntamenti annuali, a primavera e in autunno, che vede il coinvolgimento, oltre agli utenti del SAD e loro famigliari, gli ospiti della Comunita’ Alloggio di Guiglia, le associazioni di volontariato che si occupano di trasporti (Auser di Zocca e G.S.A. di Guiglia), le persone che partecipano al Laboratorio “Ago e Filo” di Zocca, gli operatori degli Sportelli Sociali, le Assistenti Sociali, i referenti istituzionali e tecnici dei comuni e dell’ASP. E’ un momento di aggregazione molto gradito dove si ha anche la possibilità di dare un volto a persone che si sentono per telefono o di cui si conosce solo la firma. Per gli utenti è una giornata diversa, trascorsa in allegria, che rompe la monotonia. Già alla fine del pranzo inizia l’attesa della data del prossimo appuntamento.

L’emblema di questi incontri e iniziative di socializzazione è “L’Albero dai buoni frutti”,  realizzato come attività occupazionale con le persone che frequentano il Laboratorio “Sorrisi e Caffè”, e arricchito con nuovi “frutti” attaccati dai partecipanti alle esperienze “pranziamo insieme”. Frutti che riportano pensieri, sensazioni e ricordi della giornata trascorsa assieme. L’”Albero dai buoni frutti” sarà esposto nei prossimi mesi, con modalità itinerante, presso la sede dei Comuni in cui opera il SAD dell’ASP, con l’intento di incrementare la visibilità del servizio e valorizzare il significato di queste esperienze di socializzazione.

Made by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVCMade by Samsung DVC

Interni Magazine Mondadori: “Il concept dell’architetto Paolo Portoghesi per l’ASP di Vignola”

Interni Magazine Mondadori – Ottobre 2014 pubblica: “Il concept dell’architetto Paolo Portoghesi per l’ASP di Vignola”

WELLfare, persone e progetti per lo sviluppo

“Interni magazine” da oltre 50 anni prestigiosa rivista internazionale di design e architettura d’interni. Guida alle novità e alle tendenze più innovative della cultura dell’abitare. Portavoce della creatività, del design e della produzione “made in Italy” e allo stesso tempo attento alle tendenze internazionali. Interni ha lanciato un sistema di numeri unici, guide specializzate ed eventi culturali unico al mondo; anche con crescenti alleanze nel panorama internazionale del “design system”, testimoniate dal progredire di più edizioni internazionali, ha dedicato un articolo al Il concept dell’architetto Paolo Portoghesi per l’ASP di Vignola

Interni magazine link

Comunicato stampa 26 settembre – ASP al CERSAIE 2014

Successo di pubblico per la presentazione del progetto portato avanti dall’Asp G. Gasparini di Vignola al Cersaie 2014. Oltre la capienza prevista (300 posti circa 400 presenze) la sala ha ascoltato la presentazione del progetto con entusiasmo.
Emilia Muratori come Assessore al Welfare dell’Unione Terre di Castelli ha affermato la necessità di confrontarci e riflettere su un tema come quello delle case residenza che sempre più vedrà impegnato il nostro territorio e come questa proposta innovativa superi separazioni aprioristiche per un incontro di comunità verso la risposta ad un bisogno.
Marco Franchini ha illustrato la nascita ideativa del progetto e le sue diverse fasi di vita a venire ad oggi. Molti sono gli interlocutori che si sono aggiunti entusiasti di partecipare ad un progetto che prima di tutto vuole essere una proposta concreta rispetto alla situazione attuale economica in cui i servizi sono inevitabilmente coinvolti. Al distretto ceramico dice di attingere quando pensa alla soluzione che questo progetto porta in grembo ovvero efficienza certo ma anche innovazione e ricerca come le aziende ceramiche hanno saputo fare. Di nuovo l’idea centrale che la struttura divenga luogo della comunità con al centro l’anziano e il suo bisogno di relazione. Infine, l’impegno che Draghi invita alla spesa su l’investimento pubblico per mezzo della liquidità messa a disposizione delle banche, tra le presenze in sala, sembra perfettamente coincidere con quanto portato avanti. Paola Matino ha illustrato una proposta di business plan dove a fianco dell’impegno di spesa previsto già dai comuni si integri una innovativa proposta di nuove forme di finanziamento, su tutti i social bond, che in un quadro di insieme non solo permettano la realizzazione dell’opera ma anche la sua sostenibilità nel tempo.
Quella di Paolo Portoghesi è stata una vera e propria lectio magistralis incentrata su Vignola, al centro della scena internazionale del Cersaie, e del progetto. Nel presentare un rendering architettonico che ha lasciato tutti emozionati ha integrato i lavori portati avanti nel laboratorio del Politecnico di Milano con illuminanti proposte. In particolare la nuova struttura posta al di sopra di quella esesistente si pone come ponte di collegamento tra due zone che l’architetto mostra in evidenza distaccate del territorio: la zona nuova e la zona vecchia. Una mano che si sospende e si allunga verso il centro della città. Ancora il semicerchi sospeso sembra avvolgere e abbracciare la cittadina invitandola ad essere parte del complesso.

La platea ha partecipato per le quasi due ore di incontro mostrandosi entusiasta e coinvolta nel progetto. Quello di ieri è stato sicuramente un passo in avanti in una vetrina internazionale quale quella del Cersaie.

Sabato 25 ottobre Parliamo di Amministrazione di Sostegno insieme alle famiglie

Nell’ambito dei percorsi informativi/formativi rivolti alle famiglie, previsti dal progetto regionale Emilia Romagna sulle demenze,

sabato 25 ottobre 2014 presso la Sala Grande dell’Azienda USL di Vignola

 si svolgerà un incontro sul tema dell’amministrazione di sostegno,

organizzato nell’ambito del Sorrisi e Caffè – Caffè Alzheimer … per non sentirsi soli.

La giornata informativa può essere di interesse per tutte le famiglie impegnate nell’assistenza o nell’affiancamento di un parente che necessita di aiuto, a causa di capacità cognitive o psico-fisiche che non gli permettono, in tutto o in parte, di prendersi cura di sè, del proprio patrimonio e dei propri interessi.

La partecipazione è libera e gratuita, ed è aperta ai cittadini interessati e a chi svolge un lavoro di cura.

La mattina prevede tre momenti:

– un intervento per illustrare la legge 6/2004 e le modalità per l’avvio del procedimento di Amministrazione di Sostegno;

– uno spazio per dialogare con il giudice tutelare del Tribunale di Modena, partendo dalle domande e dai dubbi delle famiglie;

– la presentazione da parte dell’associazione “Da noi a te” dello Sportello dell’Accoglienza per le persone disabili, non autosufficienti e i loro familiari.

In riferimento alla disponibilità del Giudice Tutelare di rispondere alle domande e ai dubbi delle famiglie è data la possibilità, per utilizzare al meglio tale opportunità, di far pervenire il foglio appositamente predisposto, secondo le modalità indicate.

Locandina (pdf)

Foglio per le domande (pdf)

 

 

Festival della Poesia – Assonanze – Laboratorio presso il Centro I Portici

VENERDì 26 SETTEMBRE

ore 9.30 a Vignola presso il centro Socio Riabilitativo “I Portici” via Ballestri 265

La mente in corso…….

il primo di 5 incontri del Laboratorio creativo e ricreativo per estrarre la fantasia dalle parole, a cura del poeta Antonio Nesci, per gli ospiti del centro gestito dall’ASP e per chi voglia intervenire.

Programma integrale del Festival della Poesia

Ciclo di seminari “Disabilità: vivere o sopravvivere?”

Dalla volontà di Associazioni di volontariato e Servizi pubblici (tra i quali l’ASP) nel 2010 nasce sul distretto di Vignola il Tavolo permanente sulla Disabilità.

Il suo scopo è quello di lavorare per cercare di sviluppare progetti e risposte concrete per le persone che si trovano ad affrontare la disabilità.

E’ quindi nata l’idea di un ciiclo di seminari per cercare da un lato di inizare ad innescare un cambiamento culturale che mostri la disabiltà non solo come problema, ma anche come risorsa; dall’altro si vuole cercare di mostrare quali sono le opportunità e i servizi presenti sul territorio.

link al volantino pagina 1    pagina 2

Stampa

Stampa