Elezione per il rinnovo RSU anno 2018

La presente per informare tutti i Dipendenti  che le associazioni sindacali hanno indetto le elezioni per il rinnovo delle rappresentanze sindacali unitarie, nelle giornate del 17 – 19 aprile 2018.

Circolare Aran 26/01/18 – Chiarimenti svolgimento elezioni RSU

Insediamento commissione elettorale

Aventi diritto votazione

Validazione delle Liste

Orario inizio e chiusura delle votazioni

Decisione della Commissione Elettorale su ricorsi sulle liste

Scheda elettorale

Scrutini

Decisione della Commissione Elettorale su ricorsi sulle votazioni

Risultati Elezioni

 

 

 

 

I Centri di Incontro NUOVE DATE

Si aprono alle persone anziane con difficoltà di memoria lievi e moderate, ai familiari e alle assistenti familiari (badanti).
I Centri di Incontro sono luoghi, aperti ed accoglienti, dove gli anziani hanno l’opportunità di:
  • trascorrere momenti fuori casa, mantenere contatti con la realtà esterna e le persone;
  • fare attività di carattere occupazionale, stimolazione della memoria e laboratori creativi;
  • condividere momenti di convivialtà, come fare insieme una pausa tè, tisana, …
    …insieme alle operatrici dell’ASP “G. Gasparini” e ai volontari presenti.

LOCANDINA

NUOVE DATE E VARIAZIONE SEDE INCONTRI (di Castelnuovo Rangone):

  • CASTELNUOVO RANGONE VIA CIRO BISI, 1 (vicino alla Bocciofila) orario 14:30 – 17:30, i giovedì 22/03 – 26/04 – 31/05 – 28/06

 

  • ZOCCA i martedì 27/03 – 08/05 – 29/05 – 26/06

 

  • VIGNOLA “Sorrisi e Caffè” il sabato 24/03 – 21/04 – 28/04 – 05/05 – 19/05 – 09/06 – 30/06

 

Pagina di collegamento Unione Terre di Castelli

Francesco Acerbi un campione volontario al cASPita! Il calciatore del Sassuolo ogni giovedì presta volontariato con i giovani disabili

«Questi ragazzi sono unici» «È qui che ritrovo la serenità grazie ai loro sorrisi e capisco cosa conta davvero»

Un bancone è pieno zeppo di galleggianti da pesca. Un altro di targhette metalliche per camion. Quattro ragazzi in uno e sette nell’altro vi lavorano senza sosta. Indossano dei grembiuli blu. Alzano lo sguardo, sorridono, salutano e riprendono a lavorare.

C’è chi li chiama speciali quei ragazzi. E sicuramente non sbaglia. Lo sono eccome. Ognuno a modo proprio. Sono i ragazzi del Caspita, il laboratorio per diversamente abili dell’Asp di Vignola. Non un centro diurno, molto di più; un luogo in cui imparare un mestiere e “diventare grandi”. E tra quei ragazzi speciali c’è un ospite abituale. Un amico di famiglia che ogni settimana passa a trovare quei ragazzi. Lo riconosci per quel fisico statuario che Madre natura gli ha donato, ma ti chiedi anche perchè lui, Francesco Acerbi, calciatore di serie A, sia lì, con quel grembiule blu ad assemblare galleggianti.

«Vengo qui perchè questi ragazzi hanno sempre il sorriso». Risposta semplice, ad una domanda che non lo era.

«Mi rilassa molto partecipare alle attività del Caspita, vedo ragazzi in gamba e che soprattutto non lasciano mai trasparire il fatto che abbiano dei problemi. Il loro sorriso fa molto piacere e fa riflettere. Ci lamentiamo, certe volte, delle cavolate della vita. E loro, invece, qui hanno un mondo fatto di felicità. Alcuni suonano strumenti musicali, giocano a bowling o a calcio. Hanno una vita normalissima, ma migliore della nostra in alcuni casi perchè lavorano ed hanno felicità da vendere. Questo è quello che manca un po’ a me e un po’ in generale a tutti noi».

Francesco si divide tra il Caspita e il centro i Portici, non molto distante, dove ci sono ragazzi con disabilità medio-gravi. Così può trascorrere un po’ di tempo con tutti: «Oggi faccio i galleggianti – sorride -, altre volte pitturo o lavoretti con la creta. La prima volta? Non è stato difficile grazie al loro atteggiamento positivo. Sono ragazzi molto intelligenti con cui si ride, si scherza e con cui chiacchiero di tutto. Parlare con loro mi dà grande soddisfazione, anche più che con persone cosiddette “normali”. E sai perché? Perchè dicono la verità, sempre. Non hanno secondi fini, non ti mostrano una maschera. Loro sono come li vedi. Genuini. E questo mi permette di sentirmi a mio agio, senza dover tenere la guardia alzata. Dovrebbe essere così per tutti. È un’oasi di tranquillità in cui mi rilasso moltissimo e vedere loro che si impegnano è gratificante. E poi sono dei gran lavoratori, qui non si sgarra».

Ha sconfitto il cancro due volte. «La mia malattia, però, non avrebbe influenzato la decisione di fare volontariato con questi ragazzi. Anche prima ero una persona con dei valori. Quello che penso è che forse lo avrei fatto con una mentalità differente. Sarei andato perchè era giusto andare ma non con le stesse motivazioni».

Ma non si deve parlare di un senso di restituzione verso la società: «Quella del calciatore è una professione come le altre. Ovviamente siamo agiati ed è una passione, ma è anche un lavoro duro, che dura pochi anni e che richiede tanti sacrifici. Implica uno sforzo mentale complesso e ti sottopone ad un’enorme pressione. Ringrazio la vita e chi mi è stato vicino, ma non mi sento in debito verso la società. Semmai è la società, e mi ci metto anche io, che potrebbe imparare tanto da questi ragazzi. Con poco si divertono ed hanno grandi principi. Vivono un mondo simile al nostro, ma molto più positivo»

Riferimento “Gazzetta di Modena” del 15/03/2018

8 marzo 2018

Un regalo molto gradito!

Un sentito ringraziamento all’Amministratore Unico, Dott. Marco Franchini e a Paola Verucchi.

  

 

ESPERIENZA (professionalizzante) RIVOLTA AI GIOVANI DAI 18 AI 35 ANNI

“Chiosco di Marano 2018”: percorso di affiancamento a persone con disabilità. Un’opportunità di crescita (PDF).

 Realizzato da: ASP (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona), Associazione Magicamente Liberi e CSV (Centro Servizi Volontariato Modena), unitamente a CESCOT Modena

Il 1 giugno prossimo aprirà a Marano il chiosco-bar del Parco delle bocce. Situato nel centro del paese (vicino alle scuole elementari) e di proprietà del Comune di Marano s/p, il chiosco sarà gestito dai ragazzi disabili dell’associazione “Magicamente Liberi”. L’Associazione nasce nel 2016 proprio per dare vita al progetto e vuole essere una risposta concreta al bisogno occupazionale e di autonomia dei giovani adulti disabili del territorio dell’Unione Terre di Castelli.

Per il 2018 l’impegno dei soggetti promotori ASP, Associazione Magicamente Liberi e CSV, unitamente a CESCOT Modena, sarà ancora più concreto ed ambizioso: ci sarà una spinta più professionalizzante, inserendo nel progetto figure competenti in grado di co-gestire un pubblico esercizio.

UN’OPPORTUNITA’ DI CRESCITA PROFESSIONALE E PERSONALE!

Il percorso di tirocinio volontario prevederà diverse fasi:

  • Selezione su tre aree di competenza: pedagogica, economica e del marketing (marzo 2018)
  • Formazione professionalizzante (aprile-maggio 2018)
  • Gestione di un’attività di pubblico esercizio (giugno-settembre 2018)

E’ un’occasione per formarsi e dare il proprio contributo concreto alla realizzazione di un progetto di forte impatto sociale. Il progetto è destinato a persone desiderose di completare la loro formazione attraverso un’esperienza di volontariato insieme a ragazzi disabili che mira ad acquisire le decision making skills (competenze organizzative, manageriali e di rapporto con le persone) sempre più rilevanti nelle selezioni professionali.

Requisiti necessari per aderire al progetto:

  • Disponibilità a lavorare con giovani e adulti disabili,
  • Volontà di imparare e mettersi in gioco,
  • Impegno a partecipare a corsi formativi, tenuti da esperti/tutor qualificati.

Le persone saranno valutate attraverso un colloquio individuale/motivazionale e attraverso la somministrazione di test di natura psicoattitudinale.

Per chi supererà positivamente la fase di selezione ci sarà anche l’opportunità gratuita di essere preventivamente formati su:

  • Gestione di una attività di pubblico esercizio; tecniche di Budgeting
  • Organizzazione di un evento; promozione e divulgazione dell’evento medesimo per mezzo dei canali social, sito, passaparola o forme di comunicazione appropriata
  • Strumenti per la gestione dei fornitori e la gestione del magazzino
  • Aspetti pedagogici e strategie educative nel lavoro con persone disabili

A seguito del percorso di formazione per tutta l’estate, da giugno a settembre, ci sarà l’opportunità di co-gestire l’attività del Chiosco di Marano.

Per i selezionati ci sarà l’opportunità di ricevere il riconoscimento di crediti formativi per percorsi scolastici e/o universitari.

“Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto”
partecipa e diventa parte attiva di questo progetto!

 

Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre il 15 marzo 2018.

Per informazioni e/o iscrizioni rivolgersi a: Roberta Barigazzi – CESCOT Modena Tel. 059/892643 –  E-mail: r.barigazzi@confesercentimodena.it

 

 

Apertura Straordinaria Laboratorio cASPita!

In occasione delle festività natalizie, sabato 23 e domenica 24 Dicembre dalle ore 10:00 alle ore 12:00 il Laboratorio cASPita! sarà aperto.

Numerosi prodotti natalizi e tante novità tutte da scoprire.

Vi aspettiamo al nuovo negozio.